Idee NBA

Per stasera in NBA mi piace:

Boston Celtics – Atlanta Hawks: 1 t/t (@1.66/1.70)

Verdi reduci dalla bella vittoria contro Miami, fuori casa, e con Rondo-Pierce-Garnett in grandissimo spolvero. A casa fanno paura e la difesa è molto solida come sempre. Atlanta avrà out Horford e Radmanovic e fuori casa non hanno un grandissimo record. Non devono spaventare le 3 vittorie di fila negli ultimi 3 matches, dato che sono arrivate contro i Pistons (in casa degli Hawks) e 2 contro i Bobcats, la peggior squadra della Lega, con sole 7 vittorie dopo 56 gare.

Houston Rockets – Utah Jazz: 1 t/t (@1.40/1.45)

Anche in questo caso vado con i padroni di casa. I Rockets hanno un buon rendimento interno (20-8) e vengono da 4 vittorie di fila. Per stasera avranno out solo Martin (fuori da tempo e per tutto il mese). Invece i Jazz hanno interrotto, in casa, la strisciadi vittorie degli Spurs, ma sono una squadra molto altalenante. Solidi in casa, discontinui fuori. Per stasera hanno Raja Bell, Jeremy Evans, Howard e Miles, oltre a Watson (out per tutta la stagione).

Oklahoma Thunder – Los Angeles Clippers: 1 t/t (@1.25/1.30)

OKC è la squadra con il miglior record ad Ovest. Giovani e talentuosi i Thunder, che in casa fanno dell’atletismo e dei ritmi alti la loro forza principale. Per stasera sono tutti arruolati, tranne Maynor (out per la stagione). A casa il record è 24-5. Invece i Clippers, che stanno facendo un gran campionato, nell’ultima hanno perso a Memphis 94-85. Per stanotte hanno out Williams e Billups (out per la stagione) e potranno contare oltre che sui soliti noti, anche su un Foye ritrovato, sopratutto nel tiro dalla lunga. Clippers 13-14 in trasferta, ma credo che OKC sia troppo superiore.

San Antonio Spurs – Los Angeles Lakers: 1h (-5,5) (@1.45/1.50)

Spurs che dopo una lunga striscia vincente, hanno ceduto in casa dei Jazz, dopo averli battuti nel primo dei 2 incontri, in modo semplice. A casa propria gli Spurs esprimono il meglio, guidati dalla classe dei 3 veterani (Parker-Ginobli-Duncan) e dalla freschezza di altri prospetti, tra cui Leonard. Lakers che quest’anno non sono la corazzata solita e sopratutto, oltre ad un clima non eccelso tra i giocatori e l’allenatore, saranno privi anche del simbolo gialloviola, Koby Bryant. Senza il “black mamba” ben 2 sconfitte (Suns e Rockets) ed 1 vittoria, sofferta, contro i modesti Hornets (ultimi ad Ovest).